Sono Voice Concierge, per servirla

Un nuovo membro dello staff alberghiero: l’assistente vocale

“Dove andare in vacanza in Italia”, “Resort vicino a me”, “Gite da fare vicino a me”: ti è mai capitato di cercare una di queste cose nell’ultimo anno?

Sei in un buona compagnia e ti inserisci perfettamente nei trend registrati per il settore del Turismo in Italia. Perché? La risposta è intuibile: la pandemia di Covid-19 ha cambiato radicalmente le abitudini di viaggio in pochissimo tempo, favorendo una ricerca di soluzioni più a portata di mano, senza dover studiare la ormai complicata burocrazia per andare all’estero o rischiare di trascorrere la propria vacanza in quarantena.

Viaggiare sulle lunghe distanze non è mai stato così poco immediato come adesso, per via delle direttive sanitarie, che variano da Paese a Paese e dell’obbligo di avere con sé il Green Pass. Gli italiani hanno riscoperto un turismo territoriale e nazionale, anche a poca distanza da casa, specialmente per via dello smart working, che fa venire voglia di staccare da casa almeno per il week-end.

Come hanno reagito le strutture ricettive della penisola? Che cosa serve per rilanciarsi in questo settore? Una delle strategia adottate da alcuni hotel, per rispondere in maniera efficace ai rigidi protocolli di sicurezza e, allo stesso tempo, offrire un servizio premuroso ai propri ospiti, è stata quella di utilizzare la tecnologia vocale come touchpoint tra personale e ospiti. Una soluzione che offre diversi vantaggi, che avevamo in parte già approfondito nell’articolo Google Hospitality Program porta l’assistenza vocale negli hotel.

In vista dell’Hospitality Day del 12 ottobre 2021, evento di settore dedicato anche all’innovazione nell’ambito dell’ospitalità turistica, noi di Voice Branding vogliamo raccontarti di Voice Concierge, l’assistente vocale ideato per supportare e affiancare lo staff degli alberghi per regalare all’ospite un soggiorno perfetto.

Ma prima ti diamo qualche dato in più sul settore del Turismo per inquadrare meglio la situazione e capire quali vantaggi concreti offre l’assistenza vocale.

Qualche dato sul Turismo e sulle abitudini delle persone che viaggiano

“Secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano oggi il 30% delle strutture ricettive adotta soluzioni di pagamento da mobile e offre la possibilità di check-in online mentre nel nel 2019 erano solo l’8%. Cresce inoltre l’adozione di soluzioni di assistenza mediante chatbot e di tour virtuali”.

Questo trend, analizzato nell’articolo “Marketing Turistico: strategia e prospettive post Covid”, a cura di Mattia Farinella, Project Manager per strategie digitali di strutture alberghiere in site By site, mette l’accento sulla digitalizzazione di alcune operazioni tipiche del settore dell’ospitalità (prenotazione, check-in, pagamenti, etc.).

D’altronde, chi viaggia ha l’abitudine a frequentare il web e a compiere numerose azioni della propria quotidianità tramite device (computer, telefono, i-pad, smart speaker). Una su tutte è informarsi su una meta e un possibile itinerario di viaggio su Google e sui principali motori di ricerca: raramento infatti ci rechiamo in agenzia di viaggi per chiedere una cosa del genere.

E allora in Voice Branding ci siamo chiesti: perché in hotel dovrebbe essere diverso? Perché non offrire all’ospite la possibilità di utilizzare strumenti tecnologici anche durante il suo soggiorno in struttura?

Facciamo un esempio: quando una persona arriva in reception, il receptionist fornisce diverse informazioni di servizio. Il personale risponde alle stesse domande più volte al giorno e molto spesso, delega la promozione dei servizi aggiuntivi offerti dall’hotel a brochure informative. Alcuni dettagli si perdono nella comunicazione perché l’ospite spesso ha fretta di prendere possesso della camera o avverte la stanchezza del viaggio.

Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di offrire all’ospite la comodità di fare un check-in digitale e di chiedere a un concierge vocale, una volta in camera, a che ora è la colazione o se c’è un’offerta per fruire della Spa. Gli utenti si aspettano di poter chiedere e ricevere informazioni in modo personalizzato, vale a dire quando e dove vogliono. E sono sempre più abituati a consultare attraverso la voce, gli assistenti digitali, come Siri, Google Assistant o Alexa.

Un assistente vocale è la soluzione ideale per assicurare alle persone una disponibilità 24/7 e per sgravare il personale dalla reception da operazioni ripetitive.

Per questo c’è Voice Concierge! La prima piattaforma voice-based progettata per il settore dell’hospitality.

Voice Concierge: come distinguere la propria offerta e creare valore per le persone

Utilizzare la voce è un’azione naturale, che ci permette di interfacciarci più facilmente con i dispositivi tecnologici e ottenere più rapidamente quello di cui abbiamo bisogno.

Voice Concierge è progettato per seguire un flusso vocale studiato ad hoc per l’hospitality, con l’obiettivo di guidare l’utente in una conversazione spontanea e dare informazioni pertinenti sui servizi dell’hotel e dei suoi partner.

Grazie a Voice Concierge, ottieni numerosi vantaggi:

  • Ottimizzi di tempi di risposta, diminuendo il carico di lavoro del personale
  • Migliori la percezione positiva dell’ospite, perché ne rispetti i tempi e le esigenze
  • Metti in contatto tramite l’assistente vocale camere e reception in modo innovativo, abolendo il telefono in camera, ormai superato
  • Risparmi sulla realizzazione di materiali informativi cartacei
  • Puoi monitorare, tramite un pannello di controllo, le richieste più frequenti e i servizi più popolari, per calibrare l’offerta sul tuo target.

“All’interno di un contesto discontinuo, le strutture che riusciranno a reagire in fretta dovranno progressivamente riorganizzarsi e arricchire la loro offerta per far fronte alle nuove esigenze dei consumatori, attraverso nuovi servizi e nuove attrazioni, ma soprattutto con una comunicazione valoriale chiara e trasparente che metta in primo piano la sicurezza e i vantaggi competitivi dell’offerta commerciale”, prosegue l’articolo di Farinella.

In quest’ottica Voice Concierge diventa a tutti gli effetti un nuovo membro del tuo staff, in grado di contribuire a trasmettere il valore di un’ospitalità di qualità.

 

Ti interessa personalizzare una soluzione vocale per la tua struttura ricettiva?

Parliamone